Topbar Disabilita' cognitive Comune di Modena MeMo CSC Comune Ferrara Progetti Rete CDI
 
Home
Contenuti
Il progetto
Natura
Cause
Prevenzione
Integrazione e trattamento
Esperienze e storie di vita
Libri e materiali
News
Glossario
Domande & Risposte
Ricerca

Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0


Prevenzione

Ogni forma di prevenzione mirata richiede innanzitutto la conoscenza delle cause delle disabilità intellettive e delle loro manifestazioni dirette ed indirette. Ne risulta che lo studio scientifico delle disabilità intellettive è presupposto ad ogni forma di prevenzione.
Molteplici sono le forme e le modalità di prevenzione. Possiamo, ad esempio, differenziare la prevenzione a seconda che essa sia finalizzata a:
- eliminare la causa stessa, e quindi anche le conseguenze (ad esempio evitando l'uso di certi farmaci o l'abuso di alcool ed altre droghe durante la gravidanza),
- ridurre gli effetti diretti della causa (come nel caso della fenilchetonuria, in cui una apposita dieta puo' ridurre o addirittura evitare gli effetti negativi del malfunzionamento di un gene situato nel cromosoma 12);
- ridurre gli effetti secondari della causa (come avviene quando adeguati interventi educativi e sociali potenziano le capacità cognitive per permettere, ad esempio, l'apprendimento della lettura e della scrittura o riducono i rischi di disturbi psichiatrici secondari).
Un'altra modalità adeguata di classificazione (quella che noi seguiremo) distingue i vari interventi a seconda del periodo di vita in cui essi avvengono. Abbiamo così:
- prevenzione prenatale
- prevenzione perinatale
- prevenzione postnatale

Ad esse abbiamo dedicato apposite sezioni del presente sito.

L'articolo 6 della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate) E' dedicato proprio alla Prevenzione e alla diagnosi precoce. Ad esso rinviamo.

Qualora interessi la prevenzione di una particolare sindrome (ad esempio quella di Down o di Williams, o di Prader-Willi o di X fragile) è comunque opportuno consultare anche le schede appositamente dedicate alle singole sindromi.


New: Questionario di valutazione
   Home arrow Prevenzione