Topbar Disabilita' cognitive Comune di Modena MeMo CSC Comune Ferrara Progetti Rete CDI
 
Home
Contenuti
Il progetto
Natura
Cause
Prevenzione
Integrazione e trattamento
Esperienze e storie di vita
Libri e materiali
News
Glossario
Domande & Risposte
Ricerca

Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0


Cause biologiche

A volte le disabilità intellettive sono dovute ad anomalie cromosomiche gia' identificate (cause biologiche genetiche). Ci sono in particolare trisomie dei cromosomi non sessuali (ad esempio la Trisomia 21 o sindrome di Down, la trisomia 18 o sindrome di Edwards, la trisomia 13 o sindrome di Patau) e delezioni (ad esempio la delezione cioè la mancanza di alcuni geni nel braccio corto del cromosoma 5 o sindrome del "cri du chat", la delezione nel braccio lungo del cromosoma 7 o sindrome di Williams).
Possiamo inoltre ricordare: la sclerosi tuberosa e la neurofibromatosi (condizioni ereditarie dominanti, per cui se un genitore ne è affetto c'è 1 rischio su 2 che il figlio erediti la condizione); la craniostenosi (chiusura prematura delle suture craniche che puo' provocare danni al cervello e agli occhi); la fenilchetonuria (con eredita' recessiva e percio' rischio di 1:4; prevenibile con una apposita dieta fin dai primi mesi di vita); la galattosemia (incapacita' del neonato di metabolizzare il galattosio, una componente del latte), la malattia di Tay Sachs (incapacita' di metabolizzazione dei grassi), la sindrome di Hurler (immagazzinamento nelle cellule di mucopolissaccaridi, sostanze associate con il metabolismo dei carboidrati), l'ipotiroidismo congenito (carenza dello sviluppo della ghiandola tiroidea), la microcefalia e la macrocefalia (idrocefalo e megacefalo).

Le disabilità intellettive possono essere causate anche da fattori biologici non genetici (cause biologiche non genetiche).
Tra i rischi prenatali vi sono rosolia, toxoplasmosi, sifilide e citomegalovirus. Sono noti i gravi effetti sul feto della rosolia durante la gravidanza. Dal 1969 è a disposizione un vaccino.
Anche l'incompatibilita' (RH o ABO) del sangue materno e fetale puo' produrre disabilità intellettiva.
Un ruolo negativo è svolto dalle droghe, dall'alcool e dal tabacco.
Tra i rischi perinatali vi sono quelli dovuti a prematurita' ed asfissia.
Tra quelli postnatali vi sono encefalite, meningite (infiammazioni del cervello o delle membrane che lo rivestono), traumi e tumori cerebrali, incidenti cerebrovascolari ed avvelenamenti (ad esempio da piombo o da mercurio).
Una casistica ampia riguarda i rapporti fra lesioni cerebrali e disabilità intellettive.


New: Questionario di valutazione
   Home arrow Cause arrow Biologiche