Topbar Disabilita' cognitive Comune di Modena MeMo CSC Comune Ferrara Progetti Rete CDI
 
Home
Contenuti
Il progetto
Natura
Cause
Prevenzione
Integrazione e trattamento
Esperienze e storie di vita
Libri e materiali
News
Glossario
Domande & Risposte
Ricerca

Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0


Classificazione e livelli

Le disabilità intellettive possono manifestarsi con diversa gravità. Con riferimento alle prestazioni nei test di intelligenza tradizionalmente si distinguono 4 livelli:

  • lievi (QI da 50-55 a circa 70)
  • moderate o medie (QI da 35-40 a 50-55)
  • gravi (QI da 20-25 a 35-40)
  • gravissime (QI < di 20-25)

Tale classificazione, per quanto utile, richiede a livello diagnostico ulteriori approfondimenti. A titolo esemplificativo basti pensare ad un individuo con un QI generale di 65, ma con alcune prestazioni (ad esempio a livello logico matematico) di 80, ed altre (ad esempio nella produzione verbale) di 50.

Una seconda modalità di classificazione considera le cause delle disabilità intellettive distinguendo innanzitutto fra cause di tipo biologico e cause di tipo ambientale. Ad esse e' dedicata una intera sezione del sito.

A partire dal 2013 (con l'uscita del DSM 5) questa modalità di classificazione dovrà essere abbandonata e sostituita con una che consideri l'intensità (quanti e quali) dei supporti necessari (date le difficoltà intellettive e di adattamento).

 Questo manuale non cita più il QI limitandosi a sottolineare che, per una diagnosi di disabilità intellettive, devono esserci difficoltà relative a:

  • ragionamento,
  • problem solving,
  • pianificazione,
  • pensiero astratto,
  • capacità di giudicare
  • apprendimento scolastico,
  • apprendimento dall’esperienza.

Complementariamente le difficoltà (o deficit) nel funzionamento adattivo possono riguardare il raggiungimento degli standard di sviluppo e socioculturali necessari per l’indipendenza personale e la responsabilità sociale relativamente a:

  • comunicazione,
  • partecipazione sociale,
  • vita indipendente
    - a casa,
    - nella scuola,
    - nel lavoro
    - e nella comunità sociale.

Attualmente, tuttavia, tale nuova modalità di diagnosi non ha ancora prodotto qualcosa di universalmente condiviso.


Categoria vuota


New: Questionario di valutazione
   Home arrow Natura arrow Classificazione e livelli