Topbar Disabilita' cognitive Comune di Modena MeMo CSC Comune Ferrara Progetti Rete CDI
 
Home
Contenuti
Il progetto
Natura
Cause
Prevenzione
Integrazione e trattamento
Esperienze e storie di vita
Libri e materiali
News
Glossario
Domande & Risposte
Ricerca

Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0


Diagnosi

Nella prassi scientifica (ma la situazione è in via di modifica sostanziale) vengono ritenuti con Disabilità intellettive (ritardo mentale) gli individui che hanno prestazioni in un test di intelligenza inferiore al punteggio di 70-75 in QI (quoziente intellettuale) ed inoltre, a causa di ciò, incontrano notevoli difficoltà di adattamento. Si ha disabilità intellettiva solo se le difficoltà intellettive e adattive si manifestano prima dei diciotto anni.

In linea di massima dovrebbe trovarsi in questa situazione una percentuale compresa fra l'1% e il 2,5% della popolazione. Nella prassi italiana è certificato come avente ritardo mentale l'1,3% circa dei minori.

Per meglio favorire la diagnosi di ritardo mentale il DSM IV-TR elenca anche le aree adattive che devono essere considerate:

o       comunicazione

o       cura della persona

o       vita in famiglia

o       capacità sociali/interpersonali

o       uso delle risorse della comunità

o       autodeterminazione

o       capacità di funzionamento scolastico

o       o lavorativo

o       tempo libero

o       salute

o       sicurezza.

Le disabilità intellettive sono il risultato finale comune di vari processi patologici che agiscono sul funzionamento del sistema nervoso centrale.

A partire dal 2013, tuttavia, con l'uscita in inglese del DSM 5 le modalità diagnostiche stanno cambiando.


Categoria vuota


New: Questionario di valutazione
   Home arrow Natura arrow Diagnosi